CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile e per mostrarti pubblicita' in base alle tue preferenze.

Nell’informativa estesa puoi conoscere come disabilitare l’uso dei cookies di terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcune tue preferenze.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi abbandonare il sito.

INFORMATIVA ESTESA

KEIRIN

I corridori sono allineati sulla linea di metà pista, anche traguardo delle prove contro il tempo, in ordine di sorteggio. L'allenatore in moto gira alla corda alla velocità di 30 Km/h (25 per le donne) fintanto che il giudice verifichi che i corridori siano pronti e alza la bandierina di "pronti".


Poco prima del passaggio dell'allenatore sulla linea di partenza il giudice dà il via. E' obbligatorio per il sorteggiato con il N°1 (verde) mettersi a ruota dell'allenatore per almeno un giro.


A parte la prima posizione (corridore verde) le altre non sono obbligatorie, inizia la lotta per le ruote migliori. Non è consentito per chi regge spingere i corridori.


Il corridore in verde è obbligato a tenere la ruota dell'allenatore a meno che un altro corridore non voglia, di sua scelta, sopravvanzarlo, sempre che il verde glielo lasci fare.


Questa lotta per le posizioni dura, nel caso di una pista come il Mecchia (400 mt.) per 3 giri e mezzo, fintanto che l'allenatore raggiunge la velocità di 50 km/h (per gli uomini) e 45 km/h per le donne.


5 giri in tutto, di cui 3 e mezzo dietro l'allenatore.


Omettiamo di visualizzare tutti e tre i giri e passiamo agli ultimi due.


Ad un giro e mezzo dall'arrivo l'allenatore si sposta verso il basso.


E va nel campo, lasciando liberi i corridori che disputeranno la volata.


Ora le regole sono le stesse della velocità.


Per ipotesi in questo caso vediamo il verde che non vuole tirare la volata agli altri e cerca di farsi passare. Si alza un pò all'esterno per non trovarsi poi chiuso.


Ultimo giro, ricordiamo di essere al Mecchia, 400 metri, è più facile rimontare che fare la volata tutta in testa.


Il blu ha lanciato la volata, il giallo non ha dato spazio per entrare al verde che è costretto ora a fare il giro largo.


Il rosso che era stato a ruota per tutto il tempo esce all'esterno, chiude il verde e attacca il blu che oramai è davanti da 500 metri.
Non può però andare a chiudere il blu che è all'interno della linea rossa (o dei velocisti) a meno che non abbia un adeguato vantaggio sullo stesso (una bicicletta).


Abbiamo fatto vincere il rosso ma ogni Keirin è una storia a sè.