CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile e per mostrarti pubblicita' in base alle tue preferenze.

Nell’informativa estesa puoi conoscere come disabilitare l’uso dei cookies di terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcune tue preferenze.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi abbandonare il sito.

INFORMATIVA ESTESA

 

 

Regolamento Omnium Triveneto della Consulta

REGOLAMENTO OMNIUM TRIVENETO DELLA CONSULTA

DEFINIZIONE

L’omnium è una competizione unica consistente in 6 prove disputate con un numero massimo di 24 corridori per fascia, saranno valide le preiscrizioni in ordine di tempo.

E’ consentito esclusivamente (visto la presenza di gare di gruppo), l’utilizzo della bici da pista, con i seguenti standard:
- ruote di pari diametro;
- peso minimo 6,8 kg;
- sella arretrata di almeno 5 cm rispetto alla verticale del movimento centrale;
- protesi al manubrio massimo 75 cm oltre la verticale del movi mento centrale;
- assenza di bloccaggi rapidi alle ruote.
E’ obbligatorio l’uso del casco OMOLOGATO per il 2014.

FASCE

Le fasce di età predefinite sono le seguenti:
A) Dai 19 ai 32 (1995-1982)
B) Dai 33 ai 47 (1981-1967)
C) Dai 48 ai 62 (1966-1952)
D) Donne (1995-1952)

Nella fascia C potranno partecipare anche i nati dal 1946 al 1952, solo, per motivi di sicurezza, previa dimostrazione di attività su pista negli ultimi 2 anni.

La fascia D potrà essere accorpata nella C in caso di numero inferiore a 5.

Le fasce saranno comunque modificate in funzione del numero di iscritti per equilibrare il numero di partenti per fascia.

Tutto sarà scritto in tempo reale su apposita pagina in questo sito.

PROVE

Le prove hanno il seguente ordine, in funzione del numero di iscritti che segue:
1) Giro lanciato a cronometro 200mt. lanciati a cronometro
2) Corsa a punti
20 giri 4 traguardi per fascia A
15 giri 3 traguardi per fascia B
10 giri 2 traguardi per fascia C
10 giri 2 traguardi per fascia D
3) Eliminazione
4) Inseguimento individuale 2.000 metri
5) Scratch
10 giri per fasce A e B
8 giri per fasce C e D
6) Prova a cronometro:
1.000 metri per fascia A
750 metri per fascia B
500 metri per fasce C e D

Fino a 36 iscritti tutte le 6 prove;
Da 37 a 45 iscritti 5 prove, salta l’Inseguimento;

Da 46 a 55 iscritti 4 prove, salta l’Inseguimento e l'Eliminazione;
Da 56 a 72 iscritti 3 prove, salta l’Inseguimento, l'Eliminazione e lo Scratch.

Alla fine di ogni prova, sono assegnati i seguenti punteggi: al primo punti 1, al secondo 2, al terzo 3 e così via. I piazzamenti ottenuti dai corridori sono sommati dopo ogni prova. Ogni prova determina una classifica completa. Il vincitore è il corridore che avrà totalizzato il punteggio più basso dalla somma dei piazzamenti delle 6 prove.

I corridori che non prendono il via in una prova non sono ammessi a partecipare alle prove seguenti e sono considerati come ritirati dal la competizione. Ai corridori che abbandonino, o siano eliminati da una gara di Scratch o di Corsa a Punti, sarà riconosciuta la posizione dell’ultimo posto disponibile in tale momento.

In caso di parità di punti, il vincitore sarà il corridore che avrà realizzato il miglior risultato dalla somma dei tempi ottenuti nelle prov e a cronometro.

TECNICO

GIRO LANCIATO 200MT

Si disputa sulla distanza totale di 2 giri, ove il primo è quello di lancio. L’ordine di partenza è dato dal numero di dorsale. I dorsali sono sorteggiati per categoria. La linea di partenza del tempo è nera ed è situata sul rettilineo opposto le tribune, e anche segnalata da bandierina rossa. L'arrivo è la linea nera su fascia bianca del traguardo. Il ritardo alla presentazione sulla partenza comporta la penalità di 2 secondi sul tempo. La prova può essere ripetuta nel caso di incidente riconosciuto. Il ciclista che, terminata la sua prova, si troverà nella posizione di ostacolo (anche sulla fascia di riposo) per il ciclista partito dopo di lui, avrà la penalità di 2 secondi. Durante la prova, dopo l'avvio del cronometro, è ammessa la ripetizione solo in caso di incidente riconosciuto.

CORSA A PUNTI

La corsa a punti è una specialità nella quale la classifica finale si stabilisce in base ai punti conquistati e accumulati dai corridori in occasione degli sprint e per il giro guadagnato. Si disputa sulla distanza stabilita per categoria, con relativi traguardi a punteggio. I punti assegnati sono, per i primi 4 corridori di ogni traguardo, 5,3,2,1. Chi guadagna un giro sul gruppo (per gruppo si intende il drappello con maggior unità), raggiungendolo, guadagna 20 punti. Chi perde un giro sul gruppo, perde 20 punti. La classifica verrà stilata tra tutti quelli che andranno a punti, gli altri saranno a pari merito all’ultimo posto, con pari punteggio. In caso di parità di punti, si terrà conto del piazzamento nella volata finale. In caso di incidente riconosciuto, il corridore o i corridori hanno 4 giri di tempo per ritornare nella posizione che avevano prima dell’in cidente. Negli ultimi 3 giri di gara non è permesso rientrare. I corridori staccati dal gruppo e raggiunti da uno o da corridori che sono in caccia, non possono condurre questi ultimi ma rendersi passivi, pena della messa fuori corsa. I corridori che accumulano due giri di ritardo sono messi fuori corsa e devono scendere dalla pista, classificandosi all’ultimo posto nell’ ordine.

ELIMINAZIONE

Viene eliminato l’ultimo che transita con la ruota posteriore sotto il traguardo, ogni giro, dopo un primo giro a vuoto. Il corridore che transita sulla fascia di riposo è eliminato al posto di quello che transita in ultima posizione. Nel caso che il corridore eliminato non si stacchi dal gruppo, è previsto, a discrezione della giuria, un giro di neutralizzazione in cui nessuno viene eliminato. Nel caso che alcuni corridori si stacchino dal gruppo, è prevista l’eliminazione in blocco, a pari punteggio. In caso di incidente meccanico il corridore sarà qualificato in quell’ordine. In caso di caduta la gara viene neutralizzata per dare in tempo ai corridori di riprendere il gruppo, per un massimo di 5 giri.

INSEGUIMENTO INDIVIDUALE

Si corre sulla distanza di 2.000 metri, opponendo due corridori, in base all’ordine inverso alla classifica generale. Nel caso di corridori in numero dispari, la prima prova è effettuata singolarmente. I corridori partono da due punti diametralmente opposti della pista, ove è situata la partenza, il traguardo è posto nella linea rossa di mezza pista, dove vi sono anche il contagiri e la campana. La fascia di riposo sarà resa impraticabile nelle curve per mezzo di ostacoli disposti ogni 5 metri. Alla partenza, il corridore è sorretto da un giudice o da staff del Velodromo. La partenza avviene alla corda (linea nera). Il ritardo alla presentazione sulla linea di partenza comporta la penalità di 2 secondi sul tempo. Se un corridore è raggiunto, deve terminare la distanza per la registrazione del suo tempo. Un corridore raggiunto, non può prendere la scia de l suo avversario, né ripassarlo, pena la squalifica e ultima posizione in classifica con il tempo dell’ultimo. Un corridore vittima di un incidente riconosciuto o non riconosciuto, o falsa partenza, sarà autorizzato ad effettuare un nuovo tentativo a l termine di tutte le prove (solo contro il tempo o contro altro avversario che si trova nella stessa condizione). Un corridore non può beneficiare che di due partenze.

SCRATCH

Lo scratch è una gara individuale con traguardo finale. I corridori doppiati dal gruppo più numeroso devono immediatamente abbandonare la pista e verranno classificati in ordine. La classifica finale si determina in occasione dello sprint finale tenendo conto di eventuali giri guadagnati. In caso di evidente combine fra i corridori, la giuria può mettere fuori corsa i corridori interessati. L'ultimo giro della corsa è segnalato con un suono di campana. I corridori vittime di un incidente riconosciuto, hanno diritto ad una neutralizzazione di 4 giri. Al ritorno in pista riprendono la posizione che ave vano prima dell’incidente. Non è ammesso risalire in pista negli ultimi 3 giri di gara. Il corridore che non termina la corsa sarà classifi cato ultimo.

PROVA A CRONOMETRO

Si disputa sulla distanza stabilita, con partenza da fermo, per fascia, in base all’ordine inverso di classifica generale. La fascia di riposo sarà resa impraticabile nelle curve per mezzo di ostacoli disposti ogni 5 metri. Alla partenza, il corridore è sorretto da un giudice o staff del Velodromo. La partenza avviene alla corda (linea nera). Un corridore vittima di un incidente riconosciuto o non riconosciuto, o falsa partenza, sarà autorizzato ad effettuare un nuovo tentativo al termine di tutte le prove (solo contro il tempo o contro altro avversario che si trova nella stessa condizione). Un corridore non può beneficiare che di due partenze.

INCIDENTI

Riconosciuto: caduta, foratura, guasto meccanico non dovuto ad incuria.
Non riconosciuto: Sgancio del pedale, allentamento vite o bullone.

RECLAMI

Con cauzione di € 30, restituibili se il reclamo è accettato, è possibile effettuare un reclamo solo con TESTIMONIANZA SU SUPPORTO VIDEO. Non é ammesso alcun altro tipo di reclamo.

VARIAZIONI DEL REGOLAMENTO

Il presente Regolamento potrà eventualmente subire leggere variazioni, fino al giorno 7 Giugno, anche a seguito delle segnalazioni che vorrete fare a: andrea @ surplace.it o direttamente qui sul Forum.

Qui sotto troverete, in ordine di tempo, le variazioni effettuate e le variazioni richieste e non accettate, con la motivazione.